Black hat Seo
Informazioni e Consigli

Black hat SEO: cos’è e perché evitarla

Il posizionamento nelle SERP (le pagine dei risultati dei motori di ricerca) è eccellente per il business, in quanto ti espone a molte opportunità di crescita. Tuttavia, se usi le tecniche sbagliate, puoi invece distruggere il tuo posizionamento.

Le tecniche di Black Hat SEO potrebbero sembrare un modo facile per scalare le classifiche di posizionamento in maniera veloce, ma la conseguenza è la penalizzazione dei motori di ricerca come Google e Bing.

I trucchi SEO Black Hat sono un cattivo approccio all’ottimizzazione dei motori di ricerca, perché la SEO negativa può ridurre il tuo posizionamento SERP. In alternativa, la SEO white hat è più etica e influirà positivamente sul posizionamento del tuo sito web.

La differenza tra tecniche SEO White Hat e SEO Black Hat Black

La SEO richiede approcci in linea con gli algoritmi dei motori di ricerca: le tecniche SEO black hat non seguono queste regole. La White hat SEO migliora eticamente il posizionamento sui motori di ricerca e rispetta le loro linee guida. Le strategie si concentrano sull’aumento del posizionamento del tuo sito Web nelle SERP, offrendo allo stesso tempo un’esperienza utente eccellente ai visitatori del sito Web.

Per contro, le tecniche SEO black hat non seguono le linee guida dei motori di ricerca. Invece, usano la manipolazione per ottenere un posizionamento più elevato nella SERP.

Ciò può portare a una penalizzazione o alla completa eliminazione dalle pagine dei risultati da parte di Google.

Cattive pratiche SEO da evitare

Duplicare il contenuto del sito web

La pubblicazione di contenuti duplicati è una tecnica SEO black hat che può distruggere il ranking del tuo sito web. Google li considera come plagio. Quando i motori di ricerca eseguono la scansione del tuo sito Web per indicizzare i contenuti, ignoreranno tutti gli elementi non univoci che trovano.

Assicurati di non duplicare i post del tuo blog o il contenuto di qualcun altro. Se devi utilizzare i media esistenti su una nuova pagina web, contrassegna la pagina come ” noindex” e “nofollow ” per evitare un impatto negativo sulla SEO del tuo sito web.

Tuttavia, la migliore pratica è attenersi alle regole del motore di ricerca: creare contenuti unici e originali per aiutare il tuo page rank.

Keyword stuffing

Questo termine indica l’eccesso di parole chiave all’interno di un testo, anche quando non sono pertinenti. La densità di parole chiave non deve essere eccessiva, altrimenti rischia di penalizzare l’esperienza utente.

Allo stesso modo, inserire parole chiave irrilevanti nei post del tuo blog mostra ai motori di ricerca che stai cercando di ingannare l’algoritmo per posizionare i tuoi contenuti nella parte superiore delle SERP. Puoi includere le tue parole chiave più volte nel corpo, ma assicurati che scorrano bene e abbiano un senso nel contesto.

Guest post di bassa qualità

Pubblicare regolarmente nuovi contenuti con autori e blogger ospiti sul tuo sito Web è una buona abitudine SEO. Ma devi assicurarti che questi post siano originali, preziosi e di alta qualità.

Dovresti anche controllare che non ci siano collegamenti a siti Web dannosi con contenuti non pertinenti o di bassa qualità. Anche se il tuo sito Web contiene contenuti di valore, il collegamento a reti di blog sospette e piene di spam potrebbe comportare una sanzione.

Allo stesso modo, controlla i backlink indirizzati al tuo sito perché, se di bassa qualità, possono penalizzarlo nella SERP.

Link a pagamento

Ottenere forti backlink da pagine di autorità può aumentare la SEO del tuo sito web. Sebbene ci voglia sforzo, tempo, dedizione e connessione per guadagnare link legittimi, il risultato è l’aumento del traffico organico.

Se provi a manipolare il posizionamento tramite la creazione di link a pagamento, potresti ricevere rapidamente una penalizzazione da parte di Google. Usa solo le tecniche SEO white hat nel tuo content marketing per migliorare la SEO del tuo sito web, posizionarti più in alto nella pagina dei risultati dei motori di ricerca di Google e raggiungere i tuoi obiettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *