Disavow
Informazioni e Consigli

Disavow: cos’è e come funziona il tool Google

Ogni anno, l’algoritmo web di Google perlustra miliardi di pagine web e collegamenti a ritroso per identificare i contenuti di spam e proteggere i suoi utenti.

Le penalità di collegamento assegnate dagli algoritmi possono creare o distruggere un’attività online, con un sito Web in grado di passare da 1.500 visite al mese a 0 in pochi giorni. Se il tuo sito web è una parte fondamentale della tua attività, devi controllare regolarmente i tuoi backlink per evitare errori costosi. Se sei già stato colpito c’è un modo per salvarti.

Lo strumento Disavow di Google è stato progettato per darti la possibilità di ridurre manualmente l’impatto di specifici link in entrata, salvando il tuo sito web dalla distruzione.

Cos’è Disavow?

Lo strumento Disavow fa parte di Google Search Console (precedentemente Webmaster Tools) che consente ai siti Web di disconoscere un collegamento in entrata, contribuendo a prevenire sanzioni basate sui collegamenti.

La guerra di Google allo spam sui link mette alcune aziende online a rischio di penalizzazione della ricerca organica, rendendo lo strumento di disconoscimento una risorsa importante per i siti web a rischio di essere penalizzati.

Perché e quando dovresti invalidare un collegamento?

I link sono normalmente fantastici: è un motivo di festa quando qualcuno condivide i tuoi contenuti con il proprio pubblico. Più link puntano al tuo sito, meglio è, giusto? Non sempre.

Ci sono collegamenti che possono danneggiare la SEO del tuo sito se non li rimuovi, ed è qui che entra in gioco lo strumento Disavow di Google.

In particolare, dovresti invalidare i link che sono simili a spam e innaturali. Oppure, preparati a cadere vittima dell’algoritmo punitivo di Google.

I collegamenti non validi spesso rientrano in diverse categorie:

  • pagine create solo per raccogliere link;
  • siti di spam;
  • link nei commenti spam;
  • backlink da pagine che non si trovano nel tuo paese di destinazione (ad es. un link dalla Germania, sebbene il tuo gruppo di destinazione provenga dall’Italia).

Google dice: “I link sulle tue pagine sono la prova della qualità dei tuoi contenuti e del tuo sito web”. Buoni backlink possono migliorare la tua Domain Authority (DA), la tua Page Authority (PA), la tua visibilità nei motori di ricerca e il tuo ranking.

I backlink cattivi fanno esattamente l’opposto. Danneggiano la SEO del tuo sito e portano alla perdita del tuo ranking.

Attenzione: non essere tentato di invalidare ogni collegamento al tuo sito. Possono essere ottimi per i referral, la consapevolezza del marchio e il coinvolgimento.

Ora la domanda è: come si determina quali collegamenti sono dannosi e quali no? Innanzitutto, devi generare un elenco di tutti i backlink al tuo sito web. Per identificare quelli buoni e quelli non validi dovrai utilizzare uno strumento di analisi SEO, come ad esempio SEMRush. Questi tool ti permetteranno anche di invalidare i link dannosi in maniera automatica.

Ci sono molti vantaggi nell’essere in grado di invalidare correttamente i backlink. Il tuo sito potrebbe subire un aumento del ranking facilitando la ricerca degli utenti. Probabilmente anche la.tua SEO migliorerà, portando più traffico e più backlink di qualità. Per approfondire ti suggeriamo una lettura sull’articolo dedicato al disavow tool ed alle penalizzazioni google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *